Travel

Los Angeles, I’m never coming home.

Sono sincera, mentre passeggiavo tra le strade di Los Angeles non ho fatto altro che canticchiare “Los Angeles” dei Blink 182, gruppo che seguo da tantissimi anni, se non l’hai mai sentita, consiglio di farlo prima di partire per LA! Il mio consiglio principale su LA è questo: prendete un hotel o, ancor meglio, un Airbnb a, o comunque vicino, West Hollywood. A mio parere conviene spendere leggermente di più sull’alloggio e meno di trasporto, dato che in California gli Uber e i Lyft sono decisamente cari! La rete metro/bus lascia un pò a desiderare, noi abbiamo preso solo il treno per andare a Santa Monica.

Il nostro Airbnb era a 30 minuti a piedi dalla Walk of Fame, non abbiamo speso tanto, la stanza era pulita e il proprietario di casa era un artista molto rock&roll, ci siamo sentite subito dentro all’atmosfera californiana! Inoltre l’appartamento era vicino a negozi e ristoranti, incluso un delizioso american diner a poco prezzo, che ci ha salvato le giornate (poca spesa, tanta resa!).

Come spesso puoi aver sentito dire, Los Angeles non è la città di cui sicuramente ti innamorerai a prima vista. Anzi, è sporca, mal tenuta e non c’è molto da vedere, ma tutto sommato ha quel fascino americano che porta tutti a volerla vedere almeno una volta nella vita. Inoltre è ricchissima di possibilità per chi sogna di rimanere a vivere in America. E’ davvero un sogno ad occhi aperti! Per il primo giorno, la Walk of Fame è d’obbligo, ti divertirai a leggere tutti i nomi sulle stelle; troverai a metà del centro il famoso Chinese Theater, con le mattonelle davanti all’entrata firmate (esatto, quelle con le impronte delle mani!) da attori e registi di tutto il mondo. Mi hanno consigliato però di visitare il Dolby Theater, ovvero dove si svolgono le premiazioni degli Oscar. Noi purtroppo non siamo riuscite ad entrare, le nostre date erano troppo vicine alla premiazione 2019 e quindi era tutto in preparazione. Visita tutti i negozi e, se vuoi, i vari musei in zona, come il Wax Museum, fanno parte anche quelli del tour!

I miei luoghi preferiti della prima giornata sono stati due: il Runyon Canyon, ovvero un parco subito dietro la Walk of Fame, dove fare una bella passeggiata rilassante e vedere lo skyline di LA da un’altezza media, e il Griffith Observatory, da cui si può vedere la città dall’alto (consiglio di andarci al tramonto e di aspettare con calma che arrivi la sera, vedrai la città con due luci diverse!) e da dove parte la strada principale e meno faticosa per arrivare alla Hollywood sign. Ovviamente il periodo migliore è in primavera/estate, ci vogliono un paio d’ore per arrivare e altrettante per tornare, meglio non azzardarsi ad andare troppo in là se piove e c’è freddo, soprattutto se come noi non sei organizzato con scarpe e vestiti! Se ti piacciono invece i percorsi difficili, sappi che ci sono altre strade alternative per arrivare alla Sign!

Il secondo giorno abbiamo optato per Santa Monica, deliziosa cittadina sul mare, meta preferita delle vacanze californiane per eccellenza, dove abbiamo visitato il Pier, ovvero il piccolo Luna Park in riva al mare (qui puoi trovare il cartello End of the Route 66, che parte da Chicago) e dove abbiamo camminato fino ad arrivare a Venice Beach. E’ ovviamente una tipica esperienza californiana camminare sulla spiaggia tra palme e ragazzi in skateboard, ma consiglio comunque se possibile di farla in primavera/estate.. l’inverno non ci ha dato grandissime gioie purtroppo. Troverai comunque locali e negozi tutti da visitare, con la merce più strana a cui puoi pensare, oltre a deliziosi bar e ristoranti con vista mare. Se hai tempo, poco più in là, meglio in macchina, puoi trovare anche la famosa Malibu Beach!

Ora, per il terzo giorno (e quarto/quinto, se li hai a disposizione) posso consigliarti le classiche mete turistiche della città, ovvero gli Universal Studios, Disneyland e i vari tour nelle case cinematografiche più famose (Warner Bros, Universal, Paramount..) perchè in realtà a Los Angeles non troverai molto altro da fare. Noi abbiamo passato l’ultimo giorno gironzolando per Beverly Hills e Rodeo Road, ma poi siamo tornate a West Hollywood. Abbiamo fatto un anno intero con abbonamento Universal Orlando e ingressi gratis a Disney World, quindi ci sembravano soldi buttati! Il mio sogno è ancora visitare anche Disneyland California ma si può sempre tornare naturalmente! Anzi l’idea è sfruttare la bella stagione per il sogno di un viaggio on the road sulla route 66.. 🙂 ad ogni modo ti consiglio di provare entrambi, Disneyland e Universal.. non te ne pentirai! 

La tappa successiva? San Francisco! Stay tuned e come sempre, puoi trovare tutte le foto sul mio Instagram! Enjoy!!